Raccolta di fondi per villa Gandini Zamboni: una scommessa sul suo futuro per i cittadini di Valeggio.

0

di Paola Ferrarin

Ancora un evento dedicato a villa Gandini Zamboni. Per chi non lo sapesse, abbiamo aggiunto il cognome Gandini nella denominazione della villa, per rispettare le volontà di Giuseppe Zamboni che, nel suo testamento, ha chiesto che la villa fosse intitolata alla madre ed espressamente, che ne fosse ricordato il cognome.

Nel 2014 chiedemmo all’Amministrazione Comunale, di poter occuparci del restauro della loggia della villa.

Iniziare dalla loggia: perché? Villa Gandini Zamboni ha urgente bisogno di un restauro totale, è evidente. In particolare, la parte più importante per il suo recupero, è il tetto.

Abbiamo scelto di iniziare dalla loggia perché siamo un’associazione che non dispone dei fondi sufficienti per affrontare un’opera così complessa come la sistemazione della copertura. Allo stesso tempo, il soffitto decorato della loggia è l’unico elemento superstite, finora, delle stupende decorazioni settecentesche che abbellivano la villa prima della sua trasformazione negli anni Settanta dello scorso secolo.

Quindi: un elemento di grande bellezza e importanza artistica che si può salvare con un impegno economico relativamente contenuto.

1980415_704897826223255_7720271217893988782_o

Perché partecipare alla raccolta fondi? Vi sono due esigenze che riteniamo indispensabili per il futuro dell’edificio: che la villa non crolli e che rimanga pubblica.

L’edificio è facilmente suddivisibile in parti che possono essere recuperate in fasi diverse, ma che possono anche essere usate in differenti modi. Al momento la zona più a rischio è sicuramente il tetto che non protegge più le strutture dagli agenti meteorici ed è la zona su cui concentrare maggiormente l’attenzione. La sistemazione della zona della loggia è solo l’inizio del recupero di questa parte della villa.

 

Come partecipare alla raccolta fondi? Lo slogan che abbiamo usato a questo scopo è 10€x10cm2: con un piccolo contributo di 10 €, ciascuno di noi potrà contribuire alla salvezza di una piccola porzione del soffitto dipinto.

Come fare? A breve sarà disponibile sul nostro sito una pagina dedicata con ogni tipo d’informazione a riguardo. In pratica si potrà eseguire un bonifico sul conto che verrà a breve indicato, o fare un’offerta nei banchetti che saranno allestiti nel periodo della raccolta fondi che andrà dal 1 settembre 2015 al 28 marzo 2016.

Centimetro dopo centimetro, con l’aiuto di molti, si può arrivare a raggiungere l’obiettivo ambizioso di salvare la villa! Non rinunciamo ai nostri sogni!

Share.

Leave A Reply