Valeggio e dintorni. I fiori di loto, un angolo di oriente alle nostre porte

0

Valeggio è una terra di confine. Il Mincio, che attraversa la nostra città a Borghetto, prosegue lungo il territorio lombardo nel parco che porta proprio il nome di questo fiume e che protegge anche la magnifica città di Mantova e i suoi laghi.

Cosa fa di un territorio un luogo unico? Qualche settimana fa per la prima volta vidi i famosi fiori di loto che ornano il lago Superiore di Mantova: partendo da Rivalta e navigando con una piccola imbarcazione, ci addentrammo in un luogo dalla bellezza indescrivibile.

in navigazione

le Grazie

Il loto non è certamente un fiore “padano”: le sue origini sono in America, Asia e Australia.

A Mantova è arrivato nel 1921, importato dalla naturalista Anna Maria Pellegreffi che si proponeva di sfruttare a scopo alimentare la farina dei rizomi di questa pianta. Fallito il progetto, è rimasto un fiore che rende sorprendente e unico un paesaggio che si può godere durante la prima parte dell’estate.

fiore di lotoIl fiore di loto è una pianta molto resistente, dallo sviluppo rapido e il suo habitat è costituito da acque non molto profonde.

E’ una pianta estremamente affascinante, sia per la bellezza del fiore che conta più di venti petali dal colore che va dal bianco, al rosa, al rosso carminio, sia per la bellezza delle sue foglie. Queste ultime sono rivestite da una sostanza simile alla cera che le rende idrofobiche e le mantiene costantemente pulite. Ma la bellezza maggiore è forse rappresentata dall’armonia dell’insieme di questa meravigliosa pianta.

foglie di loto

 

Copia di IMG_4681

Per gli orientali, il fiore di loto è il fiore per eccellenza e indica purezza e spiritualità, per il buddismo ogni colore presente nel fiore rappresenta uno stato spirituale.

fiore e cielo

Per me è stata un’esperienza intensa che non dimenticherò facilmente. A iniziare dall’arrivo all’approdo, la sensazione condivisa con i miei compagni di viaggio fu di estrema pace e rispetto per la natura unito all’impressione di trovarci in uno spazio atemporale.

approdo orientale

Copia di IMG_4656

Questo tipo di percorso tramite navigazione, ti porta a vedere il territorio da un altro punto di vista, dove lo skyline di Mantova o del complesso delle Grazie fanno da contorno a un luogo pieno di vita, sia animale che vegetale.

I fiori di loto sono straordinari, quasi un pezzo di oriente alle porte di casa, ma credo che l’esperienza più importante acquisita durante questo breve tragitto sia stata la scoperta di un paesaggio incredibile, da rivedere ancora, magari in orari e stagioni diversi.

Copia di IMG_4715

Copia di IMG_4678

Cosa ho portato con me? La voglia di trasferire tanta armonia e bellezza nella mia città, di vedere le rive del Mincio come una zona di attrazione non solo per un turismo di massa, ma anche per chi vuole meditare, gustare la natura nelle sue forme più diverse, in tutte le sue manifestazioni di vita.

Ho portato la voglia di non vedere più cemento e asfalto in zone che dovrebbero essere protette, di vedere creati lungo il nostro fiume (e non solo), angoli di pura e incontaminata bellezza.

 

 

 

Share.

Leave A Reply